NON SOLO "OLIVE A CENA" A VIAREGGIO

PIATTI E SERVIZIO ECCELLENTI
Leggi L'articolo

Dopo una settimana frenetica e abbastanza impegnativa, nulla è meglio di una rilassante cena fra amici. Per chi vive in Versilia il sabato sera d’estate, viziati dall’inverno in cui trovare posto sia a ristorante che per l’auto è molto facile, non è proprio il massimo del relax! Per fortuna, però, esistono posti come “Olive a cena” che hanno una location perfetta: in pieno centro a Viareggio, eppure sufficientemente defilato dalla passeggiata, abbastanza da non dover girare come una trottola per trovare parcheggio, e con i tavoli sì all’aperto sulla strada, ma di fronte ad un polmone verde e con un esiguo passaggio di macchine.

Molti ristoranti ormai non hanno problemi di contaminazione e noi celiaci possiamo mangiare antipasti e secondi in tutta tranquillità, ma non è ancora così scontato potersi gustare un primo e soprattutto un dolce: ad Olive a cena, invece, non c’è nessun problema e, udite udite, la cottura dei primi è al dente! Chi è avvezzo al senza glutine sa quanto sia difficile: 30 secondi prima la pasta è dura e subito dopo…è scotta!

Ieri sera ho mangiato una variante dei paccheri con spaghetti gluten free con cozze, asparagi e zafferano: un profumo ed una mantecatura eccellenti…nel piatto una salsina giusta come quantità e perfetta a legare gli ingredienti.

Ma torniamo indietro al principio di questo menù degustazione con un ottimo rapporto qualità prezzo: come entrée hanno servito una vellutata di piselli delicatissima, insaporita da sale nero, seguita da un polpo croccante con la sua salsa, posato su una crema di patate con pangrattato (ovviamente di mais rigorosamente senza glutine) al nero di seppia…davvero buono sia per le diverse consistenze che davano interessanti sensazioni tattili in bocca ed anche per l’equilibrio dei sapori di cui hanno beneficiato le papille gustative.

Forse un po’ troppo abbondante la crema di patate, a mio gusto ne avrei messi solo un paio di cucchiai…ma è giusto per trovare un difetto!

La rapidità del servizio e la cortesia sono un fiore all’occhiello di Olive a cena: subito attenti se manca una posata o a portare il cestello con acqua e ghiaccio, nonostante la bottiglia di Ribolla Gialla fosse a temperatura perfetta, il garbo e l’esaustività nel presentare i piatti ed il sorriso ad accogliere ogni domanda. Purtroppo non si tratta di aspetti scontati, anche se dovrebbero esserlo: la scorsa settimana ero in un ristorante dove hanno portato una bottiglia di Vermentino a temperatura ambiente, quando ho chiesto di che produttore fosse la Falanghina, mi hanno risposto stizziti che era una Falanghina (sic!), e il ghiaccio richiesto per il vino è arrivato quando ormai eravamo al dolce!

Ma per fortuna da Olive a cena la professionalità è ben presente! Dopo gli spaghetti, di cui vi ho già detto, mi sono concessa un sorbetto alla mela, freschissimo, coperto da sottili fette di mela e da una spolverata di liquirizia: ottimo per chiudere la cena!

Insomma vi consiglio di andarci, io ci tornerò sicuramente.

 

Dove sono stata

OLIVE A CENA

La galleria fotografica

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Divinosenzaglutine

Il blog di Laura Bertozzi

Contattami: compila il modulo

1 + 3 =