Ciao sono Laura

Amo la natura, soprattutto il mare, ed i suoi frutti e mi affascina molto vedere quali fantastici risultati possano produrre la passione, l’esperienza delle persone e soprattutto il nostro rispetto per l’ambiente.

Forse per questo fin da piccola ero indecisa se diventare una veterinaria/coltivatrice o un’economista, altra mia passione.

Ho scelto quest’ultima ma non potevo vivere in una metropoli e per di più lontana dal mare, così, appena laureata, mi sono trasferita, prima a 4 km dalla spiaggia ed ora a 200 metri…il prossimo spostamento temo sarà la palafitta!

Mi sono messa a fare la commercialista e nel frattempo sono diventata celiaca, ma non volevo che questa nuova condizione ostacolasse il mio amore per la buona tavola: come dice Camilleri, “bisogna conoscere i propri limiti e poi cercare un pochino di superarli”. Poi, se per caso ti capita di vedere anche solo una volta alla tv Zanardi, un vero eroe appassionato della vita, non puoi certo piangerti addosso perché sei celiaca…sarebbe un insulto a chi sta male sul serio! Così non ho mai smesso di andar fuori a mangiare, seguendo le preziosissime indicazioni della guida AIC e chiedendo a ristoratori fuori dalla guida se cucinassero anche gluten free.

Nel corso degli anni la consapevolezza è aumentata ed ho avuto la fortuna di trovare moltissimi esercenti tanto carini e disponibili, oltre che desiderosi di accontentarmi.

Ho imparato a conoscere e ad usare le farine senza glutine per prepararmi paste fresche, dolci, torte salate e tanto altro.

L’altra mia passione è il vino: da anni volevo fare un corso da sommelier, ma non sapevo dove andare, chi li tenesse…per fortuna chiacchierando con una ristoratrice è venuto fuori per caso, nel racconto di un aneddoto, che aveva conseguito il titolo! Eureka! Ho così preso contatti con la Fisar Versilia e grazie alla loro bravura e simpatia sono diventata sommelier e continuo a coltivare la mia passione.